Napoli, sfida "concorsone": 110mila per 534 posti al Comune

1' di lettura

Il posto fisso fa sempre gola. Nel capoluogo campano da tutta Italia. Diplomati e laureati, giovani e meno giovani, pronti a sfidare quiz da risolvere in 40 minuti

Maxi-concorso del Comune, pronti via. Settanta le domande alle quali si dovrà rispondere in 40 minuti. Un autentico baluardo. Si comincia alla Mostra d’oltremare con la prova riservata ai diplomati in ragioneria.

I candidati devono presentarsi con un idoneo documento di riconoscimento. Più in generale è scattato l’assalto ai test e ad una speranza di un esercito di 112.572 candidati , un record, secondo i dati forniti dall’assessorato al Personale per questo primo concorso interamente telematico. Si tratta di diplomati e laureati, giovani e meno giovani, pronti a sfidare quiz e difficoltà (si ricorda: niente dizionari, cellulari e calcolatrici) per garantirsi uno dei 534 posti di lavoro messi in palio a Palazzo San Giacomo con l’obiettivo dichiarato di migliorare il funzionamento della macchina amministrativa.

Tra questi spiccano gli aspiranti vigili urbani (170 posti a disposizione), a seguire gli assistenti sociali (165), i ragionieri (60), i funzionari ingegneri (25), i funzionari architetti (25), gli istruttori direttivi economico finanziari (25), i funzionari economico finanziari (23), gli istruttori amministrativi (20), i funzionari informatici (18) e gli istruttori direttivi amministrativi (3).

Leggi tutto