Droga il capo e inscena uno stupro, segretaria nei guai

1' di lettura

Sembra la trama di un film, ma invece è tutto vero. La donna, una 46enne italiana, aveva “truccato” il caffè di un manager fingendo di essere stata violentata. Sarà giudicata il prossimo 7 giugno. E’ accusata anche di aver rubato 20mila euro

Sembra la trama di un film e invece è la pura realtà. E' l'incredibile storia di una segretaria che ha prima drogato il suo capo, mettendo una sostanza nel suo caffè, e poi ha inscenato uno stupro nei suoi confronti. A seguito della denuncia di violenza, partì l'indagine affidata al pm Marco Ghezzi che accertò la messa in scena. Le analisi accertarono presto che il sangue era mestruale e che l'uomo aveva ingerito benzodiazepine. L'accusa nei confronti del manager fu archiviata, la segretaria - che è anche accusata di aver sottratto 20 mila euro - dovrà essere giudicata il prossimo 7 giugno dal giudice dell'udienza preliminare.

Leggi tutto