Dal Sud America a Roma, sequestrati due quintali di cocaina

1' di lettura

Si tratta dell'operazione più importante dell'anno. Il capo dell' organizzazione, ufficialmente privo di reddito e di occupazione, viveva in una villa principesca nella zona dei castelli romani, sequestrata dalla Polizia

Un carico di 225 chili di cocaina. Questi i numeri della maxi operazione della squadra mobile di Roma che ha sgominato un'organizzazione di narcotrafficanti in grado di introdurre nella capitale quintali di cocaina.
Si tratta del "sequestro di cocaina più importante del 2010" rende noto la polizia.
L'operazione ribattezzata "Fire and Ice", coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ha
disarticolato un'organizzazione criminale capeggiata da un uomo ufficialmente privo di reddito e di occupazione che viveva in una villa principesca nella zona dei castelli romani, sequestrata dalla polizia.

Nell'ambito dell'operazione - avviata nel 2008 insieme alla Drug Enforcement Administration, l'agenzia
statunitense per il contrasto al narcotraffico - per due anni sono state monitorate le rotte del narcotraffico.  Le persone sono state seguite nei loro spostamenti in Sud America e nelle isole.

Leggi tutto