Napoli, rapinatori si fingevano carabinieri

1' di lettura

Sgominata nel capoluogo campano una banda di malviventi che si fingevano appartenenti all’Arma per mettere a segno i loro colpi. Tra di loro anche un vero maresciallo già in manette nel 2008

Agivano molto probabilmente da anni, mettevano a segno furti in casa ma c'è il sospetto che si siano resi artefici anche di rapine e, quindi, di uso della violenza. Secondo gli investigatori c'è tutto questo dietro l'attività della banda dei falsi carabinieri sgominata oggi dalla Squadra mobile di Napoli.
   
Secondo quanto al momento ricostruito dalla Sezione antirapina, diretta da Massimo Sacco, della Squadra mobile, i “colpi” della banda si sarebbero concentrati a Napoli, ma anche nell'area nord della città fino alla provincia. Agivano in maniera disinvolta, proprio come chi fa parte in tutto e per tutto delle forze dell'ordine. Del resto tra di loro c'era un vero maresciallo dei carabinieri, già arrestato nel 2008 proprio per furti e rapine, anche se in Istituti di credito.
   
Le indagini disegnano tutto questo: fondamentali, a questo punto, le denunce di tutti i cittadini che hanno subito furti e rapine con la stessa dinamica.

Leggi tutto