Separazione Berlusconi-Lario, accordo vicino

1' di lettura

Secondo indiscrezioni, i punti principali su cui verte l'intesa sarebbero la villa di Macherio e l'assegno di mantenimento. Veronica Lario aveva chiesto una cifra che si aggirerebbe intorno ai 3,5 milioni di euro al mese

Dal divorzio da Veronica Lario allo scandalo Noemi: L'ALBUM FOTOGRAFICO

E' durata circa 5 ore l'udienza di separazione tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la ex moglie Veronica Lario e, a quanto si apprende, le parti potrebbero essere vicine ad un accordo.
"Siamo vicini ad un accordo" hanno infatti commentato nella serata di sabato fonti legali vicine al dossier di separazione tra il premier e la signora Lario.
Secondo indiscrezioni, i punti principali su cui il premier e Veronica Lario stanno imboccando la strada dell'accordo sarebbero la villa di Macherio e l'assegno di mantenimento. L'ex signora Berlusconi aveva chiesto una cifra che si aggirerebbe intorno ai 3,5 milioni di euro al mese, cifra giudicata "esorbitante" dalla controparte, che aveva rilanciato 200 o 300 mila euro mensili al massimo.

La prima udienza di conciliazione relativa alla causa di separazione tra i due coniugi si era tenuta lo scorso 31 gennaio, in prefettura, a Milano. Dopo quell'udienza ne era stata programmata una a marzo che era stata annullata per gli impegni del Presidente del Consiglio e un'altra anch'essa disdetta sempre per gli impegni istituzionali del premier, lo scorso 24 aprile.

Guarda anche:


Berlusconi pensa a Fininvest 1 e 2 per Pier Silvio e Marina
Lario-Veronica: un divorzio da 43 milioni di euro
Quei conti di Berlusconi nella discussa Banca Arner
Berlusconi-Lario: tra moglie e marito non mettere Mills

Leggi tutto