Bertolaso: "Speravo nell'archiviazione, ma ho fiducia"

1' di lettura

Il capo della Protezione civile sugli sviluppi dell'inchiesta giudiziaria sugli appalti G8 che lo vede coinvolto: “A L’Aquila è stato fatto tutto con trasparenza, le accuse sono senza fondamento. Ho fiducia nella magistratura”. TUTTI I VIDEO

Guarda in fondo all'articolo tutti i video della conferenza stampa di Bertolaso

"Speravo di essere qui a commentare l'archiviazione o lo stralcio della mia posizione" nell'inchiesta sul G8, "ma purtroppo non è stato così, l'indagine va avanti ed io voglio chiarire alcune cose". E' iniziata con queste parole la conferenza stampa del capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, convocata a Palazzo Chigi per chiarire alcuni punti dell'inchiesta che lo vede coinvolto.

"Anemone (il costruttore Diego Anemone, ndr) è venuto a trovarmi a L'Aquila, ma lui non ha avuto appalti dalla Protezione civile" - ha detto il sottosegretario che, con voce rotta, ha aggiunto: "Se qualcuno pensava a una sorta di compensazione si sbaglia perché a L'Aquila tutto è stato fatto in assoluta trasparenza". "Vengo accusato di corruzione, quando per tutta la vita ho combattuto questi fenomeni. Credo di aver dimostrato che tutte le accuse siano frutto di equivoci o mancati controlli dei documenti che ho presentato oggi. Le accuse che mi sono state rivolte non hanno alcun fondamento".

"Mia moglie, professionista in giardini, ebbe lavori da Anemone per il Salaria sport center. Fece solo gli studi preliminari e ricevette 25mila euro regolarmente fatturati. A mia moglie, dopo avere pagato i suoi colleghi, rimasero solo 7-8 mila euro regolarmente denunciati nella dichiarazione dei redditi", ha anche detto Bertolaso, che tuttavia aggiunge: "Ho totale fiducia nei magistrati, in particolare in quelli di Perugia, che mi hanno ascoltato in interrogatorio per oltre sei ore, ma c'è stata una strumentalizzazione delle intercettazioni".

Bertolaso ha parlato anche dell'ex presidente del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, Angelo Balducci, rinviato a giudizio nel processo per l'appalto della scuola marescialli dei Carabinieri di Firenze: "Con me è sempre stato un gentiluomo corretto, non ho mai avuto ragione di dubitare di lui. Ogni volta che abbiamo fatto un lavoro insieme lui ha fatto presto e bene". La Protezione Civile si costituirà in giudizio contro Balducci e Anemone? "Quando saranno chiuse le indagini - risponde Guido Bertolaso - esamineremo questa possibilità".

Bertolaso ha anche scherzato: "Mi ha chiamato Bill Clinton per complimentarsi per lo splendido lavoro fatto dall'Italia ad Haiti ed io volevo fargli una battuta: 'Io e lei abbiamo un problema che ha lo stesso nome, Monica', ma poi ho rinunciato perché lui qualche problema reale lo ha avuto" con Monica Lewinski. "Al Salaria Sport Village Monica ha detto di avermi fatto vedere le stelle: ti credo, mi ha 'sconocchiato', mi ha fatto cioé un massaggio estremamente valido, per questo ho visto le stelle, non certo per prestazioni sessuali", ha detto inoltre il capo della Protezione civile.


La conferenza stampa di Guido Bertolaso:




Guarda anche:

Il “sistema Anemone” e le sponde in Vaticano
“Grandi eventi”, nel mirino due anni di compravendite
Inchiesta G8, rinviati a giudizio Balducci e De Sanctis

BERTOLASO, L'EROE DEI DUE MONDI: LA FOTOSTORY
G8 ALLA MADDALENA, UN'OCCASIONE PERSA: LE FOTO

Leggi tutto