Piogge, frane e blackout. E il maltempo si sposta al Centro

1' di lettura

Allagamenti, smottamenti e mareggiate hanno interessato tutto il Nord. Sorvegliato speciale il fiume Po, a Peschiera il Lago di Garda raggiunge il livello record. E giovedì è allerta meteo per le regioni centrali. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DI SKY METEO24

LE PREVISIONI SU SKY METEO24

MALTEMPO IN ITALIA E IN EUROPA: LE FOTO

Piogge e temporali si stanno spostando dal nord al Centro, come prevede la Protezione Civile che ha emesso un’allerta meteo a partire dalle 6 di giovedì. Ma intanto anche oggi il nord è stato flagellato da pioggia e temporali e la neve è caduta sui monti di Trentino, Lombardia, Piemonte e Val d' Aosta.

Non sembra però dovuto alle cattive condizioni del mare, il naufragio del peschereccio Iris che la scorsa notte a Grottammare (Ascoli Piceno), ha provocato una vittima. L' imbarcazione si è incagliata sugli scogli a poche miglia dalla riva ed è affondata. I quattro membri dell' equipaggio si sono gettati in mare, ma il comandante - Francesco Voltattorni, 60 anni, di San Benedetto del Tronto - è annegato e il cadavere è stato poi trovato a riva dai soccorritori. Sulle cause del disastro sono in corso indagini.

Danni in Liguria, dove una violenta mareggiata la scorsa notte ha colpito la riviera del ponente ligure e la Costa Azzurra francese, da Nizza a Mentone. Allagati stabilimenti balneari e cancellate porzioni di arenile. In tutti i porticcioli turistici del ponente da Andora a Varazze sono stati rinforzati gli ormeggi di gozzi, yacht a vela e a motore. I pescherecci sono rimasti ormeggiati in banchina rinunciando alla battuta di pesca notturna. In Lombardia, piogge e nevicate in Valtellina e Valchiavenna, mentre nel pavese ci sono state frane e allagamenti.

A Piacenza è stato chiuso il ponte provvisorio sul Po tra Piacenza e Lodi, inaugurato il 14 novembre scorso, cinquanta metri a valle del ponte crollato il 30 aprile dello scorso anno. La chiusura durerà dalle 36 alle 48 ore. Il Po è un sorvegliato speciale, monitorato dalla Protezione Civile che, in Emilia-Romagna, ha diramato l'allerta ai comuni del Piacentino rivieraschi e ha attivato la fase di attenzione. A causa delle piogge c'è stato un innalzamento delle acque e nella mattinata di domani è previsto il superamento del livello di attenzione alla stazione idrometrica di Piacenza.

Il picco massimo previsto è di 5.000 metri cubi/al secondo, una quantità pari al 50% della portata massima del fiume. "La situazione non è di pericolo e l'allerta corrisponde a motivi precauzionali", ha precisato il direttore della Protezione Civile dell' Emilia-Romagna Demetrio Egidi. L'onda di piena interesserà progressivamente tutta l'asta del Po e dovrebbe raggiungere Pontelagoscuro, nel ferrarese, entro 48 ore.

Anche in tutti i grandi laghi del Nord si registra un innalzamento del livello, con il lago di Garda che a Peschiera è al massimo storico per il periodo. Allagamenti anche nel parmense, nella provincia di Brescia e di Cremona. A Lecco nel pomeriggio si è verificato anche un blackout in varie zone della città. Smottamenti si sono poi registrati sui due versanti della Valle San Martino al confine con la provincia di Bergamo. In seguito a una frana risultano isolate trentasette persone, che abitano in due contrade di Recoaro (Vicenza).

Leggi tutto
Prossimo articolo