Inchiesta G8, rinviati a giudizio Balducci e De Sanctis

1' di lettura

Il 15 giugno a Firenze il processo per l'appalto della scuola marescialli dei Carabinieri, filone toscano dell'inchiesta sui grandi eventi

Prenderà il via il prossimo 15 giugno il processo per l'appalto della Scuola marescialli dei carabinieri di Firenze Castello, filone fiorentino dell'indagine sugli appalti per i grandi eventi. Lo ha deciso il gip di Firenze Rosario Lupo, che ha così accolto la richiesta di giudizio immediato, depositata ieri dai pm della Procura del capoluogo toscano, nei confronti di quattro arrestati: l'ex presidente del conisglio superiore dei Lavori pubblici, Angelo Balducci; l'ex provveditore alle opere publiche della Toscana, Fabio De Santis; l'imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli e l'avvocato romano Guido Cerruti. Sono state stralciate invece le posizioni degli altri indagati.

Il gip Lupo ha anche respinto la richiesta di arresti domiciliari presentata dai legali di Angelo Balducci e Fabio De Santis, in carcere dal 10 febbraio scorso. I due sarebbero dovuti uscire dal carcere domenica prossima, 9 maggio: con l'accoglimento del giudizio immediato slittano i termini delle custodie cautelari. Piscicelli e Cerruti, arrestati il 4 marzo scorso, sono invece ai domiciliari, Piscicelli per motivi di salute.

Guarda anche:
Inchiesta G8, Balducci e Piscicelli restano in carcere
Appalti: in carcere l'uomo che rise del terremoto

Leggi tutto