Cortina, sequestrato albergo e arrestato imprenditore

1' di lettura

Blitz della Guardia di Finanza, nel corso del quale è stato posto sotto sigillo un grande hotel nella stazione sciistica veneta. Finito in manette per bancarotta un imprenditore romano, che aveva svuotato l'immobile del suo patrimonio

Il 3 maggio le fiamme gialle hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un noto imprenditore alberghiero romano, impegnato anche nel settore della piccola editoria. L'uomo di circa 40 anni è accusato di infedeltà patrimoniale e bancarotta fraudolenta, per aver volutamente portato al dissesto e svuotata del suo patrimonio la società Immoc.

Con un'operazione di turnaround all'inverso i beni della stessa, tra cui le quote del capitale sociale dell'Hotel Dolomiti s.r.l e dell'immobile adibito ad albergo a Cortina d'Ampezzo, erano stati impiegati per la ristrutturazione dell'Agricola Taca, società anch'essa di proprieta dell'imprenditore. Nel corso dell'operazione la polizia giudiziaria ha sequestrato le quote dell'Agricola Taca e dell'Hotel Dolomiti per un valore complessivo di 25 milioni di euro. L'uomo si trova attualmente nel carcere romano di Regina Coeli.

Leggi tutto