Primo maggio, tra sole e pioggia

1' di lettura

La festività dividerà l'Italia: maltempo al Nord, cielo sereno al Sud. Sulle autostrade intanto si intensifica il traffico in direzione dei principali centri di villeggiatura. GUARDA IL METEO DI SKY

GUARDA LE PREVISIONI SU SKY METEO24

Polemiche a parte sull'apertura dei negozi, il week end del primo maggio trascorrerà all'insegna del tempo incerto e della pioggia; dovremo dimenticarci le temperature miti di questi giorni che cederanno il passo, soprattutto al nord, alle massime in diminuzione in particolare domenica (si salveranno solo la Calabria, la Sicilia e la Puglia). Ciò nonostante anche in occasione della festa dei lavoratori gli italiani non rinunciano a cambiare aria preferendo il mare ma anche i laghi del nord e le città d'arte. Non sarà da meno il turismo ecologico: tre milioni gli italiani, secondo la Coldiretti, trascorreranno il primo maggio, con picnic al mare, al lago o nel verde, secondo una tradizione che resiste nel tempo. Si conferma la voglia di relax nel verde che nel 2009 ha fatto registrare un fatturato di 10,7 miliardi di euro, secondo l'ultimo rapporto Ecotur. Nonostante la crisi - sottolinea Coldiretti - continua il trend di crescita della vacanza verde, che lo scorso anno ha coinvolto quasi cento milioni di persone, 800mila in più rispetto al 2008, mentre il giro d'affari è aumentato del 2%. Tra le scelte degli ecoturisti cresce l'agriturismo, con il 21,5 per cento delle preferenze, mentre cala l'albergo.


Dopo il grande successo del 25 aprile, con la Giornata nazionale dell'agriturismo, che ha visto la partecipazione di migliaia di persone che hanno visitato le aziende, che hanno effettuato "aperture speciali" e organizzato numerose iniziative, arriva il bis per il "ponte" del primo maggio. Gli agriturismi del nostro Paese, secondo una indagine compiuta dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori e dalla sua associazione per l'agriturismo, Turismo verde, s'annuncia ancora una volta il tutto esaurito con oltre 300 mila tra italiani e molti stranieri (la cui presenza è in continua crescita) che trascorreranno il prossimo week end a contatto con la natura e all'aria aperta. Anche per il week-end del primo maggio le mete più gettonate - sottolineano Cia e Turismo Verde - sono quelle in collina e a ridosso del mare e quelle nelle vicinanze delle città d'arte. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso si dovrebbe avere una crescita delle presenze superiore al 5 per cento.


Intanto il traffico a cominciare da questo pomeriggio ha registrato un aumento significativo. I flussi prevalenti, secondo la società Autostrade, si registrano in uscita dalle grandi città verso le località di mare e di villeggiatura. Nel tardo pomeriggio le tratte in cui si registrava il maggior movimento sono state: A1 Milano-Napoli, tra Barberino e Firenze Certosa, in direzione Roma, con tempi di percorrenza di circa 90 minuti; A1 Milano-Napoli, tra l'allacciamento con la A24 e Valmontone, con tempi di percorrenza di circa 55 minuti; diramazione Roma sud, tra la barriera di Roma sud e l'allacciamento con la A1, in direzione Napoli, con tempi di percorrenza di circa 20 minuti. A14 Bologna-Taranto, tra Cesena e Rimini sud, con tempi di percorrenza di circa 35 minuti. In vigore il divieto di circolazione per i mezzi pesanti che resterà in vigore dalle 8 alle 22 di sabato 1 maggio e domenica 2.

Questi i canali di informazione: www.autostrade.it , il Call Center Autostrade al numero 840 04 2121, il 1518 del CCISS, i notiziari radiofonici Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5, Onda Verde RAI.

Leggi tutto