Claps, autopsia: Elisa è stata accoltellata e soffocata

1' di lettura

Sarebbe questa la conclusione dell’anatomopatologo Francesco Introna. Secondo gli investigatori il delitto sarebbe avvenuto lo stesso giorno della scomparsa della studentessa potentina, durante un tentativo di violenza sessuale

Elisa Claps fu colpita più volte mortalmente al torace con un'arma da taglio (forse un coltello) e fu finita per soffocamento. Secondo quanto apprende l'ANSA a Salerno da fonti qualificate, sarebbe questa la conclusione alla quale è giunto l'anatomopatologo Francesco Introna, che ha eseguito l'autopsia sul cadavere della studentessa potentina scomparsa il 12 settembre 1993 e i cui resti sono stati trovati nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza lo scorso 17 marzo.

Non sono noti altri dettagli dell'autopsia dal momento che la consulenza medico-legale è tuttora secretata per decisione della Procura generale di Salerno. Gli investigatori ritengono che il delitto sia avvenuto domenica 12 settembre 1993, lo stesso giorno della scomparsa della studentessa potentina, che all'epoca aveva 16 anni. Sempre secondo gli investigatori, l'accoltellamento e il soffocamento di Elisa Claps sarebbero avvenuti durante un tentativo di violenza sessuale.

Le indiscrezioni sui risultati dell'autopsia non vengono né confermati né smentiti dal procuratore capo di Salerno Franco Roberti. "Ci sono indagini in corso e si tratta di una vicenda estremamente delicata. Non se ne può più di tutte le indiscrezioni che escono fuori", si sfoga il magistrato.

Per l'omicidio di Elisa Claps c’è un unico indagato, Danilo Restivo, che quella domenica di settembre del '93, per sua stessa ammissione, incontrò Elisa proprio nella chiesa della Trinità. Restivo si è sempre detto innocente riguardo alla scomparsa e alla morte della ragazza: da tempo l'uomo (che oggi ha 38 anni) vive in Inghilterra, dove è stato coinvolto nelle indagini per un altro omicidio (avvenuto il 12 novembre 2002), quello della sarta Heather Barnett, che viveva nei pressi della sua abitazione.

Guarda anche:
Caso Claps, conclusa prima fase dell'incidente probatorio
Il legale di Danilo Restivo: follia investigativa
Gildo Claps: noi non molliamo, la vergogna è solo loro

Leggi tutto