Roma, la lunga tragedia delle minicar: investito un bambino

1' di lettura

A pochi giorni dalla morte di due minorenni, un 16enne alla guida di una "mini macchina" ha investito zia e nipote. Entrato in codice rosso al Pertini, il piccolo è fuori pericolo

Armi letali piuttosto che veicoli appaiono sempre più le minicar. E Roma, purtroppo, continua a detenere il non felice primato di città italiana maggiormente interessata da incidenti stradali causati da "macchinette". Ultimo, quello verificatosi intorno alle 18.00 del 21 aprile in via Ortona dei Marsi, ubicata nella zona periferica orientale di Massa san Giuliano. Un quadrociclo ha investito una donna e il nipote di 8 anni, il quale, entrato in codice rosso all'ospedale Sandro Pertini, sta meglio. L'autista Ekelma, un 16enne d'origine sinti, aveva a bordo un passeggero, benché la legge lo vieti. Dopo l'impatto la minicar s'è ribaltata più volte. Al momento il giovane è stato multato per guida pericolosa e il mezzo, semidistrutto, gli è stato sequestrato, perché senza assicurazione. Tuttavia gli agenti della polizia municipale dell'VIII Gruppo, diretto dal comandante Antonio Di Maggio, hanno richiesto la perizia della minicar, per accertare eventuali modifiche al motore.

Guarda anche:
Roma, muore 15enne al volante di una minicar

Leggi tutto