Riparte il traffico aereo in Italia, ancora qualche disagio

1' di lettura

In funzione tutti gli aeroporti del Regno Unito, riaprono i cieli anche in Finlandia. In Germania resta chiuso lo scalo di Francoforte. Il vulcano Eyjafjallajokull perde l'80% della sua intensità. FOTO E VIDEO

TUTTE LE FOTO: dall'eruzione in Islanda al caos in aeroporti e stazioni
AGGIORNAMENTI: tutte le notizie sulla nube di cenere e i suoi effetti
FENOMENI NATURALI: l'album fotografico
BLOCCO AEREI: QUALI SONO I DIRITTI DEI PASSEGGERI

L'intero spazio aereo italiano è riaperto da ieri, anche se diversi voli sono stati comunque cancellati e le tratte funzionanti sono essenzialmente quelle interne. Nei cieli del resto d'Europa la ripresa del
traffico è graduale, mentre l'attività del vulcano islandese Eyjafjallajökull sembra diminuita.
Tutte le informazioni sui voli Alitalia
Notizie in tempo reale sui voli negli aeroporti di Venezia TesseraTorino Caselle - Bergamo Orio Al Serio - Bologna - Milano Linate e Malpensa - Roma Fiumicino (sito temporaneamente in manutenzione).

Gran Bretagna - Riaprono i cieli del Regno Unito. L'aeroporto londinese di Heatrhrow, scalo chiave per il traffico aereo europeo, ha riaperto alle 23 ora italiana dopo la chiusura forzata di cinque giorni a causa della nube di cenere sprigionatasi dopo l'eruzione del vulcano in Islanda.
British Airways ha comunicato che oggi saranno operativi tutti i voli a lungo raggio dagli aeroporti londinesi di Heathrow e Gatwick, ma ci potranno essere ancora cancellazioni per gli altri fino alle 14.00 ora italiana.
Anche l'australiana Quantas Airways ha annunciato oggi la ripresa dei voli per l'Europa, dopo un blocco che le è costato 1,4 milioni di dollari. Regolari saranno pure i voli di Air China.

Air France  ripristinerà oggi i voli a lungo raggio, mentre la Polonia ha riaperto il suo spazio aereo dalle 7.00 e la Finlandia dalle 11.00.
In Germania erano aperti questa mattina gli aeroporti di Amburgo, Berlino, Brema e Hannover, mentre Francoforte e altri rimangono chiusi, come ha detto Dfs, l'ente tedesco del controllo aereo, che non fa previsioni circa il completo ritorno alla normalità.
La Danimarca, invece, apre tutto il suo spazio aereo dalle 11:00, fino almeno domani mattina, alle 02:00.

Cenere nei cieli - L'eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull da sabato scorso ha perso l'80 per
cento della sua intensità. L'ufficio meteorologico islandese ha detto che sebbene l'eruzione del vulcano sia ancora in corso sotto il ghiacciaio Eyjafjallajokull, a circa 120 chilometri a sudest della capitale Reykjavik, sta emettendo meno cenere e più lava, e la nube sprigionata è a una quota più bassa.

Un esperto dell'Organizzazione meteorologica mondiale ha detto oggi, parlando da Ginevra, che un sistema di bassa pressione in movimento verso l'Islanda dovrebbe contribuire a disperdere le ceneri in pochi giorni, entro il fine settimana.

Tutti i video sulla nube islandese e il caos voli



Leggi tutto