Immigrazione, al via il click day per gli stagionali

1' di lettura

Scatta il via libera per le procedure on line riguardanti l'assunzione di 80mila lavoratori stagionali extracomunitari. I datori di lavoro possono presentare la domanda solo via web, collegandosi al sito del Ministero dell'Interno

E' iniziato alle 8.00 del 21 aprile il click day, che consente agli extracomunitari, sulla base del decreto flussi 2010, di accedere in Italia per lavori stagionali.
I datori di lavoro - fino al 31 dicembre 2010 - possono presentare le domande di nulla osta per lavoro stagionale previste dal decreto flussi 2010, utilizzando l'apposito programma disponibile per il download sul sito del Ministero dell'Interno.

Interessati dal provvedimento i lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Repubblica ex Yugoslava di Macedonia, Kosovo, Croazia, India, Ghana, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka e Ucraina; i lavoratori subordinati stagionali non comunitari dei seguenti Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria: Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto; gli stranieri non comunitari titolari di permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale negli anni 2007, 2008, 2009.

Rispetto ai precedenti anni, la circolare del Ministero presenta alcune novità: oltre agli 80 mila posti per i lavoratori stagionali ne sono infatti previsti altri 4mila per cittadini stranieri non comunitari, che hanno intenzione di svolgere lavoro autonomo. In questa quota rientrano anche 1000 cittadini libici e 1500 permessi per motivi di studio e formazione professionale. Infine è previsto l'ingresso di altri 2mila lavoratori, che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nel Paese di origine.

Guarda anche:
Rapporto Caritas/Migrantes: sono oltre quattro milioni gli immigrati in Italia
L'Italia? "Il Paese delle badanti"
Immigrati, effetto crisi: meno lavoro e più discriminazione
Lavoro immigrati, la Lega contro Bankitalia
1 marzo 2010, primo sciopero degli immigrati

Leggi tutto