84 estorsioni in tre mesi, 21 arresti a Napoli

1' di lettura

I carabinieri del capoluogo campano hanno sgominato una banda camorrista dedita al racket dell’estorsione. Alcuni commercianti di Ercolano avrebbero subito più di ottanta richieste di “pizzo” dall’inizio dell’anno fino a fine marzo

I carabinieri in un blitz hanno notificato 21 ordini di custodia cautelare, alcuni ad affiliati già detenuti nei confronti di esponenti del clan Ascione-Papale, attivo ad Ercolano, nel napoletano, per estorsione aggravata e associazione a delinquere di stampo mafioso.
    
Le indagini, sviluppo di un'altra inchiesta, da gennaio a marzo di quest'anno hanno consentito di rivelare un quadro di richieste di “pizzo” capillari nella cittadina alle porte di Napoli a 30 imprenditori e commercianti, individuando almeno 84 estorsioni tentate o consumate. Alcune delle vittime, sentite come persone informate dei fatti, hanno ammesso gli episodi di racket.

GUARDA ANCHE:

Casalesi, tre arresti e 50 milioni di beni sequestrati
Imprenditori antiracket: usati e poi abbandonati

Leggi tutto