Strage Erba, Olindo scrive a Frigerio: "Di' la verità"

1' di lettura

Alla vigilia della nuova udienza del processo d'appello Romano ha rivolto all'unico sopravvissuto al massacro un appello a raccontare come sono effettivamente andate le cose. Secca la risposta: "L'assassino è lui"

Conto alla rovescia per la nuova udienza del processo d'appello per la strage di Erba, per la quale Olindo Romano e Rosa Bazzi sono stati condannati all'ergastolo in primo grado. E a poche ore dal dibattimento un coup de théâtre, che vede ancora una volta coinvolti i "due ingenuotti". Sostenuto dalla moglie Rosa, Olindo ha scritto una lettera a Mario Frigerio, unico sopravvissuto alla tragedia, pregandolo di dire la verità e, dunque, di raccontare che non è stato lui il suo aggressore. Secondo i coniugi Romano, Frigerio, che nella strage ha perso anche la moglie Valeria Cherubini, sarebbe stato indotto da altri a indicare Olindo come il colpevole. Immediata la risposta del'uomo: "Il loro problema è che sono riuscito a campare. Pensavano di non avere testimoni, ma non è così. Io ne sono sicuro: l'assassino è Olindo Romano".

Guarda anche:
Strage di Erba, si torna in aula
Ergastolo per Angela Rosa Bazzi e Olindo Romano: IL VIDEO DELLA SENTENZA
Il processo in rete

Leggi tutto