Ferrovie italiane, 13 anni di tragedie sui binari

1' di lettura

Il treno della Sad deragliato sulla linea ferroviaria della Val Venosta, tra Laces e Castelbello, in Alto Adige, è solo l’ultima tragedia che si è consumata sui nostri binari. Questi alcuni degli incidenti ferroviari più gravi registrati negli ultimi anni

29 GIUGNO 2009: E' di 31 morti il bilancio del disastro  ferroviario che si è verificato intorno a mezzanotte alla stazione  ferroviaria di Viareggio (Lucca). Un carro cisterna con Gpl di un  treno merci è deragliato esplodendo nei pressi della stazione ed  investendo le case vicine.
      
22 GIUGNO 2009: Due carri di un treno merci deragliano fra  Vaiano e Prato. Fortunatamente, nessuna persona rimane ferita ma forti sono i ritardi e i disagi per la circolazione ferroviaria.
      
19 MAGGIO 2009: I due vagoni terminali di un treno merci  deragliano nella stazione di Sesto Calende, in provincia di Varese.  Uscendo dai binari, i vagoni scagliano il pietrisco della massicciata  sulla banchina, dove sono presenti alcuni viaggiatori. Tre persone  rimangono ferite in modo lieve.
      
3 GIUGNO 2008: Trenta persone rimangono ferite nello scontro,  avvenuto nella stazione di Ancona, fra un treno regionale  Pesaro-Termoli, che viaggia sul terzo binario, e una motrice che sta  facendo manovra sullo stesso binario. I passeggeri riportano  soprattutto lievi contusioni e rimane ferito anche il macchinista.
      
17 LUGLIO 2007: Tamponamento fra treni alla stazione di Lecco. Un treno in arrivo da Milano, diretto in deposito sul binario sei,  passa accidentalmente sul binario cinque andando a tamponare un altro  convoglio. Feriti tre ferrovieri e due viaggiatori.

15 GIUGNO 2007: Scontro tra un treno merci e una  littorina nel nuorese, vicino Macomer, nella tratta tra Birori e  Bortigali. Il bilancio dell'incidente è di tre morti e otto feriti.
  
20 DICEMBRE 2005: Un treno regionale proveniente da Campobasso imbocca un binario già occupato da un altro convoglio e travolge  letteralmente l'ultima carrozza di un treno diretto a Caserta.  L'impatto, a Roccasecca nei pressi di Frosinone, è fortissimo. Alla  fine si conteranno due vittime e decine di feriti.
     
 7 GENNAIO 2005: E' di dieci morti e di oltre 50 feriti il  bilancio dell'incidente ferroviario avvenuto, poco prima delle 13, in  località Bolognina di Crevalcore, nella pianura bolognese. Un cargo  merci si scontra con l'interregionale 2255, partito da Verona alle  11.39.
      
13 SETTEMBRE 2004: E' di due morti e trenta feriti il bilancio dell'incidente avvenuto al treno regionale 4441 della linea  ferroviaria Cuneo-Torino che transita nei pressi di Madonna dell'Olmo.
      
20 MARZO 2004: E' di una vittima, una donna francese morta  durante il trasporto in ospedale a bordo di un elicottero, e di 23  feriti accertati, di cui 18 lievemente contusi, il bilancio  dell'incidente ferroviario, che coinvolge due Euronight, avvenuto poco lontano dalla stazione di Stresa-Belgirate.

14 MAGGIO 2003: Scontro a Roma sulla  circonvallazione Nomentana, nei pressi di Ponte Lanciani, poco prima  dell'arrivo alla stazione Termini, di due treni Intercity: il Monaco  di Baviera-Napoli e il Messina-Roma. L'impatto è molto violento. Il  bilancio è di dodici feriti.
      
11 APRILE 2003: Sulla linea Novara-Milano un intercity si  scontra con un autocarro che sta attraversando i binari all'altezza di un passaggio a livello.
     
1 OTTOBRE 2003: Il treno regionale 11432 che collega Porretta  Terme a Bologna deraglia alle 8.15, poco dopo la stazione di  Casalecchio Garibaldi (Bologna). Il bilancio è di 127 feriti ed un  morto, avvenuto qualche giorno dopo. Ad uscire dalle rotaie sono state le prime tre carrozze del convoglio che avrebbe imboccato un binario  morto andando ad urtare contro il terminale in cemento armato posto  alla fine.
     
20 LUGLIO 2002: Sciagura ferroviaria con otto morti e trenta  feriti in Sicilia dove l'intercity 1935 Palermo-Venezia, la “Freccia della laguna”, deraglia tra le stazioni di Venetico e Rometta Marea, in provincia di Messina. Diversi vagoni del convoglio, che trasportava circa 190 persone, cadono in una scarpata di alcuni metri.
   
14 SETTEMBRE 2001: A Colle Isarco (Bolzano) un treno merci  urta un altro merci fermo nella stazione. Muoiono i due macchinisti.
      
10 GIUGNO 2001: Solo danni materiali e qualche malore tra gli  anziani diretti a Lourdes per il deragliamento del locomotore  dell'intercity 544 Roma-Ventimiglia sulla linea Genova-Roma, nei  pressi di Livorno. A causare l'incidente, un escavatore che si trova  sui binari.

11 MAGGIO 2001 - E' di dieci feriti lievi  l'incidente ferroviario in seguito al deragliamento dell'espresso 895  Roma-Reggio Calabria in seguito a una frana che invade i binari a  Favazzina di Scilla.
      
22 APRILE 2001: Quindici persone ferite, ma nessuno in modo grave, nell'incidente che vede coinvolti, a pochi chilometri da Brescia, un treno passeggeri e un merci sulla linea Venezia-Milano.  All'improvviso, tra Rezzato e Brescia, si apre un portellone del treno merci che colpisce la fiancata dell'interregionale 2110  Venezia-Milano.

4 GIUGNO 2000: A Solignano (Parma) all'entrata in stazione, sulla linea Parma-La Spezia, si scontrano frontalmente due treni  merci. Muoiono cinque macchinisti e un altro è ferito.
      
23 MARZO 1998: A Castello (Firenze) il pendolino Roma-Bergamo  deraglia ed entra in collisione con un treno regionale. Nell'incidente muore un passeggero e 30 sono feriti.
      
2 AGOSTO 1997: Deraglia all'ingresso della stazione Casilina  di Roma l'espresso Reggio Calabria-Torino e il giorno dopo si ribalta una gru al lavoro per rimuovere il treno. Questo nuovo incidente  provoca la chiusura delle linee tra Roma e Napoli via Formia e Cassino. Migliaia di persone rimangono senza collegamenti nelle stazioni romane di Termini, Tiburtina, Ostiense, e pesanti disagi si  registrano anche a Napoli, Salerno, Bologna e Firenze.
       
12 GENNAIO 1997: A Piacenza il pendolino Etr 460 deraglia a  300 metri dalla stazione, mentre è in viaggio da Milano a Roma con  150 passeggeri. Otto i morti e 29 i feriti. Illeso l'ex presidente  della Repubblica Francesco Cossiga.

Leggi tutto