Roma, eseguita l’autopsia sulla donna morta dopo cesareo

1' di lettura

Il marito: "Il ginecologo mi rassicurava e mi offriva sigarette mentre mia moglie moriva dissanguata". Due ginecologi sono indagati dalla Procura di Roma con l'accusa di omicidio colposo. I risultati dell’autopsia saranno resi noti entro 90 giorni

E' durata circa tre ore l'autopsia svolta sul corpo di Tiziana Tumminara, la donna di 35 anni morta a Roma dopo aver dato alla luce due gemelli con parto cesareo. Un esame "approfondito" ma "interlocutorio" quello eseguito presso l'istituto di medicina legale del Gemelli.  Solo dall'analisi dei reperti, in parte prelevati oggi, sarà possibile risalire con certezza alle cause della morte avvenuta intorno alle ore 16 di mercoledì. Verranno effettuate sofisticate analisi sulla placenta dei gemelli e sull'utero della donna. Il medico che ha eseguito l'esame autoptico, il dottor Leonardo Grimaldi, ha ora 90 giorni per presentare la relazione completa al magistrato.
    
Il marito di Tiziana, Mario Rosati, oggi è tornato a chiedere "giustizia" e "chiarezza" per quanto avvenuto mercoledì mattina nella clinica Villa Pia. L'uomo, 33 anni, ha ricostruito le ore intercorse tra il cesareo, grazie al quale sono venuti alla luce, Marco e Tiziana, l'improvvisa isterectomia e la corsa disperata all'ospedale San Camillo, dove la puerpera è giunta priva di conoscenza e in shock emorragico. "Il ginecologo l'ho incontrato sulle scale della clinica intorno alle 14,00 dove ero tornato perché allertato da mia zia che aveva visto uscire un'ambulanza dalla clinica", ha detto il marito. Il medico, indagato per omicidio colposo assieme ad un altro ginecologo, secondo il racconto del marito della donna gli avrebbe, quindi, detto "di stare tranquillo, che tutto era andato bene". "Mi ha offerto anche una sigaretta - dice Rosati con la voce rotta dalle lacrime - dicendomi che Tiziana era stata portata al San Camillo per una trasfusione, invece era in fin di vita".

GURDA ANCHE:

Donna morta a Roma dopo il cesareo, Fazio manda gli ispettori

Leggi tutto