Bari, nuova lettera minatoria contro Berlusconi

1' di lettura

Una missiva con esplicite minacce al premier e alla sua famiglia è stata recapitata presso la redazione dell’ANSA della città pugliese. La firma è di una fantomatica organizzazione chiamata “Cavallieri (con due elle ndr) d’Italia Veneto - Friuli - Venezia

Un'altra lettera contenente minacce al presidente del consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, è stata inviata alla sede di Bari dell'ANSA, dove già una decina di giorni fa era stata recapitata una missiva minatoria. La firma è questa volta dei "Cavallieri d'Italia Veneto - Friuli - Venezia Giulia" (cavallieri è scritto con due elle) che, con quello che definiscono "terzo ed ultimo avvertimento", chiedono le "dimissioni immediate" del premier. Altrimenti - è scritto - "se non possiamo o non arriviamo a uccidere te visto che sei sempre con il giubetto antiproiettile faremo fuori qualsiasi Berlusconi" sia "più facilmente a tiro", nipoti, figli o fratelli.
   
La lettera - proveniente da Venezia - contiene un riferimento a Nassiriya: al riguardo si accusa Berlusconi di aver mandato i soldati italiani "contro il volere dell'Onu" e al servizio di Bush. Nel testo c'è un messaggio anche per la Digos: agli investigatori i "Cavallieri" fanno sapere di avere dieci fucili "con mirino telescopico" e "tiratori che colpiscono un pompelmo a un chilometro".  

GUARDA ANCHE:

Roma, busta con proiettile indirizzata a Berlusconi
Busta con proiettili a Massimo Ciancimino
Il cardinale Bagnasco minacciato con lettera anonima

Leggi tutto