Scalata Unipol, chiesto processo per Fazio e Consorte

1' di lettura

I reati contestati sono aggiotaggio, insider trading e ostacolo alle attività di vigilanza. Coinvolti nell'inchiesta 21 persone e 16 società. Tra questi Caltagirone, Coppola e Ricucci

La procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per 37 tra persone fisiche e società al termine dell'inchiesta sul cosiddetto "contropatto" di immobiliaristi e imprenditori, le cui quote di Bnl tra il 2004 e il 2005 furono acquisite dagli allora vertici di Unipol per contrastare l'offerta concorrente degli spagnoli del Banco di Bilbao.

Gli avvisi di chiusura indagine risalgono al luglio scorso, ma solo oggi i pm hanno formalizzato le richieste di rinvio a giudizio per reati vanno dall'insider trading all'aggiotaggio all'ostacolo all'autorità di vigilanza. Tra gli indagati figurano l'ex governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio, accusato di aver avallato l'attività del contropatto, l'ex presidente di Unipol Giovanni Consorte e gli imprenditori Francesco Gaetano Caltagirone, Stefano Ricucci, Danilo Coppola, i fratelli Ettore e Tiberio Lonati e gli ex vertici dell'allora Banca Popolare di Lodi Gianpiero Fiorani e Gianfranco Boni. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti - il procuratore Giovanni Ferrara, l'aggiunto Nello Rossi e i pm Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli - i "contropattisti" rastrellarono oltre il 27% della Bnl - su cui venne lanciata un'opa da Unipol - quando le norme bancarie dell'epoca impedivano a uno o più imprenditori di superare il 15% del capitale di una banca. Secondo la procura, in questo modo i contropattisti riuscirono ad accumulare varie plusvalenze per diversi milioni. Nella primavera del 2005 Bbva e Abn Amro lanciarono in rapida successione offerte rispettivamente per Bnl e Antonveneta. Ne seguì una controffensiva per salvaguardare la cosiddetta "italianità" delle banche attraverso l'Unipol di Consorte e Sacchetti e l'allora Pop Lodi di Fiorani.

Un esposto di Abn fu l'impulso che fece partire un'inchiesta della procura di Milano che si divise poi in diversi tronconi, oltre a quello su Antonveneta, si aprì un fascicolo su Bnl-Unipol e sulla tentata scalata di Rcs, alcuni trasferiti per competenza alla procura di Roma.

Guarda anche:
Unipol-Bnl, Fazio e Consorte rinviati a giudizio
Scalata Bnl, processo al via: Consorte la butta in politica

Leggi tutto