Brindisi, 30 arresti per traffico di esseri umani

1' di lettura

Maxi blitz dell'Interpol, che nella città pugliese ha sgominato un'organizzazione dedita al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il traffico avrebbe fruttato alla cellula malavitosa milioni di euro

Trenta ordinanze di custodia cautelare nell'ambito dell'operazione internazionale "Human carriers" contro il traffico d'esseri umani. Gli agenti della Squadra mobile della questura di Brindisi, in collaborazione con il Servizio centrale operativo e la Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato, hanno sgominato un'organizzazione dedita al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. In ogni caso era dalla capitale, che venivano gestiti i flussi di clandestini, cui veniva fornito, dietro pagamento, il necessario supporto logistico.
I migranti, soprattutto d'origine curdo-irachena, giungevano via mare in Italia, nascosti su gommoni o navi di linea provenienti dalla Grecia. Le indagini hanno consentito d'accertare che l'organizzazione ha introdotto in Italia centinaia di clandestini, di cui ha successivamente favorito il passaggio in Francia, Inghilterra e Germania.  Il traffico avrebbe fruttato all'organizzazione milioni di euro. Ogni viaggio, infatti, non constava meno di 3mila euro.

Guarda anche:
Teramo, immigrazione clandestina. 45 arresti
Il comune invita a denunciare i clandestini
G8 sicurezza, l'Italia chiede aiuto alla Ue sull'immigrazione

Leggi tutto