Delitto di Como, arrestato il marito: tradito dagli sms

1' di lettura

Dopo l'identificazione del corpo della "ragazza del lago" c'è una svolta nelle indagini. E' stato arrestato il marito della donna di 36 anni di Castel San Pietro, nel Canton Ticino. Trovato un altro cadavere nelle acque del lago di Como

E' stato arrestato ieri in tarda serata il marito della  donna di 36 anni scomparsa lo scorso 25 marzo e ritrovata morta  venerdì scorso nelle acque del lago di Como, a Laglio, non molto  lontano dalla villa di George Clooney. A tre giorni dal macabro  ritrovamento, quindi, la svolta nel giallo della 'ragazza del lago'. "L'inchiesta - riferisce la stessa polizia in una nota pubblicata sul  suo sito internet - con la collaborazione dell'Arma dei Carabinieri,  ha potuto stabilire che l'autore del delitto è il marito 32enne".
L'uomo, che avrebbe già fatto le prime ammissioni, si trova nel carcere di Lugano. A incastrarlo sarebbero stati degli sms che avrebbe inviato, utilizzando il cellulare della moglie, ai parenti di lei  invitandoli a non cercarla più.
     
E' il 2 aprile quando la 36enne viene trovata senza vita e con  uno squarcio alla gola, nelle acque del lago di Como, vicino alla  villa di George Clooney. A notare il corpo in acqua, verso le 13, una  donna che lancia l'allarme e chiama i soccorsi. Il cadavere della  vittima viene recuperato dai vigili del fuoco: indossa un paio di  mutandine nere e una maglietta.

A riconoscere la donna è il fratello, al quale vengono mostrate le foto diffuse dagli investigatori: il volto, i due piccoli tatuaggi  che raffigurano un sole e un cupido, e il braccialetto che aveva al  polso. Le indagini degli investigatori seguono la pista passionale e  la svolta arriva ieri sera, quando il cerchio si stringe intorno al  marito della vittima, un 32enne, che in tarda serata viene arrestato.

Nel primo pomeriggio un altro cadavere, è stato ripescato dalle acque del lago di Como. Si ipotizza che l'uomo si sia suicidato.
Il ritrovamento è avvenuto all'altezza del Tempio Voltiano, sul lungolago di Como, dove stamani c'erano parecchi turisti in occasione della Pasquetta.
 Dalle prime informazioni, si tratta del corpo di un uomo che presentava il volto tumefatto e che sarebbe rimasto in acqua parecchi giorni.
  




Guarda anche:

Laglio, identificata la “ragazza del lago”
Il mistero avvolge la morte della “ragazza del lago”
Giallo sul Lago di Como, ripescato il corpo di una 30enne

Leggi tutto