Prosituzione in casa, polizia scopre giro di squillo cinesi

1' di lettura

Ragazze dagli occhi a mandorla in case d'appuntamento sparse in tutta Roma e in molte città d'Italia. Finite in manette 11 persone, provenienti dal paese asiatico

Gli agenti della squadra mobile di Roma hanno scoperto una sorta d'impresa della prostituzione cinese, attiva in tutta Italia con lo slogan "Fiume d'amore". 11 le persone arrestate, tutte di nazionalità cinese e responsabili dell'organizzazione, che gestiva i propri affari in venticinque appartamenti. In ogni abitazione due o tre prostitute accoglievano i clienti, ai quali gli appuntamenti erano fissati da un apposito call center. Le prestazioni costavano tra i 50 e i 70 euro, per un totale giornaliero di circa 1000 euro di guadagno. Oltre che nella capitale, la holding del sesso era attiva
a Salerno, Modena, Milano, Treviso e Napoli e Roma.

Leggi tutto