La Russa gela Bossi: nuovo sindaco di Milano al Pdl

1' di lettura

Fibrillazione nella maggioranza subito dopo il voto. Il ministro della Difesa al leader del Carroccio:”Il capoluogo lombardo non è in discussione. La Lega ha il 14 per cento"

DATI SULL'AFFLUENZA

REGIONALI: LE FOTO - I RISULTATI - I COMMENTI - LA MAPPA - I GIORNALI

COMUNALI E PROVINCIALI: lo scrutinio in tempo reale

Il Carroccio, sa benissimo che, nonostante la disponibilità del tutto teorica di Bossi a fare il sindaco, Milano non è in discussione". Ignazio La Russa, ministro della Difesa e coordinatore del Pdl, dice no alla candidatura di Umberto Bossi per la poltrona di sindaco di Milano. "Il Pdl in Lombardia ha vinto la battaglia più insidiosa: quella con la Lega, visto che la sinistra non è pervenuta", ha aggiunto. Il capoluogo lombardo, insomma, non è negoziabile, e questo "lo sa anche Bossi", puntualizza La Russa che aggiunge: "La Lega a Milano ha il 14%: apprezzo la sua capacità di erodere voti alla sinistra, ma non a noi specie a Milano".

Guarda anche:
La Lega straripa al Nord a spese del Pdl
Il Pd perde voti. Idv a gonfie vele
Udc decisiva per la vittoria della Polverini

Leggi tutto
Prossimo articolo