Bolzano, aiuto parroco laico arrestato per pedofilia

1' di lettura

Il giovane, che svolge attività in una parrocchia vicino a Bressanone, avrebbe molestato quattro chierichetti che hanno raccontato gli episodi ai genitori. La curia: proviamo vergogna

Arresto choc in Alto Adige per pedofilia negli ambienti della chiesa. Il responsabile dei chierichetti di Varna, paesino di quattromila abitanti della Val d'Isarco non distante da Bressanone, e' stato arrestato con la pesante accusa di violenza sessuale su minorenni, produzione e detenzione di materiale pedopornografico. L'uomo, 28 anni, e' stato tratto in arresto quest'oggi sul posto di lavoro dove ricopre l'incarico di tecnico. Tre settimane fa era stato sequestrato presso la sua abitazione il computer. All'interno sono state trovate numerose foto ed un filmato dal contenuto pedopornografico scattate in varie occasioni comprese le gite ed i soggiorni estivi. I file, cancellati dal laico perche' nel frattempo era venuto a sapere di essere stato denunciato da quattro mamme, sono stati ripristinati dai periti informatici della Procura della Repubblica di Bolzano. L'indagine, coordinata dal pubblico ministero bolzanino Donatella Marchesini, era scattata nel dicembre scorso a seguito di una prima denuncia. Il pm sostiene che il numero delle vittime (attualmente quattro ragazzi dell'eta' compresa tra gli 11 ed i 14 anni) possa aumentare perche' sulle foto e nel filmato vi sono altri bambini che per il momento non sono ancora stati identificati.

GUARDA ANCHE:
Due cause civili dagli Usa contro il Vaticano

Il nuovo attacco del NYT contro Ratzinger
"La pedofilia è sempre un male": il Papa su Twitter
La risposta del Vaticano agli attacchi del New York Times
Il New York Times contro Ratzinger e Bertone
Benedetto XVI accetta le dimissioni di Magee
Preti pedofili, Berlusconi: “Dal Papa risposta efficace”
Preti pedofili, il Papa: sarete puniti da Dio e dagli uomini

Leggi tutto