Mistero Claps, nella chiesa trovate anche tracce di liquido

1' di lettura

Nuovi rilievi all'interno del sottotetto della Santissima Trinità di Potenza, dove è stato trovato il cadavere della ragazza scomparsa 17 anni fa. Gli inquirenti confidano nei riscontri di laboratorio per individuare chi e quando è stato nel locale

Impronte, terriccio ed altro materiale trovato sul pavimento sono stati prelevati dalla polizia scientifica nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità, a Potenza. Il locale dove è stato il corpo di Elisa Claps è stato passato nuovamente al setaccio dagli esperti alla ricerca di ogni minimo dettaglio utile alle indagini. Circa quattro ore è durata l'ispezione alla quale ha preso parte anche il sostituto procuratore di Salerno, Rosa Volpe, titolare dell'inchiesta. Acquisiti anche resti di liquidi organici, che ora dovranno essere esaminati assieme all'altro materiale catalogato negli ultimi giorni. Gli inquirenti confidano anche nei riscontri di laboratorio per individuare chi e quando è stato nel locale. Oltre ad individuare l'omicida, gli investigatori devono risolvere anche il "giallo" sulla scoperta del cadavere, che sarebbe avvenuta per caso a gennaio scorso. Nuove rilievi nel sottotetto sono previsti per martedì prossimo. 

Guarda anche:

Le foto dei primi rilievi nel sottotetto della chiesa
Il parroco: "Non sapevo nulla di quel cadavere"
Elisa Claps, eseguita a Bari l'autopsia
Caso Claps: un mistero lungo 17 anni
Una speranza di verità in Inghilterra
Potenza si ferma per ricordare Elisa Claps
Danilo Restivo: sono tranquillo

Leggi tutto