Rai-Agcom, Berlusconi indagato a Roma

1' di lettura

Gli atti dell'inchiesta avviata a Trani sulle presunte pressioni del premier al commissario Innocenzi per far chiudere Annozero sono stati trasferiti nella capitale, come richiesto dai legali di Berlusconi. Le accuse: concussione e minacce

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato iscritto nel registro degli indagati a Roma con le accuse di concussione e minacce. Lo riferiscono fonti giudiziarie.
Gli atti dell'inchiesta avviata a Trani sulle presunte pressioni del capo del governo sull'Agcom per far chiudere trasmissioni tv sono stati trasferiti a Roma, come richiesto dagli stessi legali di Berlusconi. Entro 15 giorni il pool di magistrati coordinato dal procuratore di Roma Giovanni Ferrara dovrà chiedere al Tribunale dei ministri di archiviare il caso o svolgere attività istruttoria. Berlusconi è indagato per le presunte pressioni esercitate sul commissario dell'Agcom Giancarlo Innocenzi per far chiudere trasmissioni a lui sgradite come "Annozero".

Guarda anche:
La Rai chiederà gli atti alla Procura di Trani
Trani, Berlusconi: Santoro inaccettabile, telefonate lecite
Berlusconi: punizione esemplare per le talpe di Trani
Trani, Berlusconi indagato per concussione e minacce

Leggi tutto