Inchiesta sanità, Mazzarano: mai preso tangenti

1' di lettura

L'esponente del Pd, dimessosi dopo le accuse di Giampaolo Tarantini, nega nel modo più assoluto di essere stato il destinatario di "mazzette". Ma l'inchiesta barese crea un nuovo scossone dopo l'arresto dell'ex vice presidente della Regione Frisullo

Nego nel modo più fermo e risoluto di essere stato il destinatario di tangenti. Michele Mazzarano respinge le accuse di aver ricevuto soldi da Giampaolo Tarantini. E per evitare speculazioni ai danni della sua colazione decide di dimettersi da segretraio organizzativo regionale del Pd e di ritirare la sua candidatura al consiglio regionale pugliese. Le inchieste della procura di Bari sulla sanità provocano così un altro scossone.

Guarda anche:
Puglia, l'inchiesta sanità fa dimettere il Pd Mazzarano
Inchiesta Bari, arrestato Sandro Frisullo
Le accuse di Tarantini

Leggi tutto
Prossimo articolo