Roma, manifestazione per difendere l’acqua come bene comune

1' di lettura

Oggi la capitale, oltre alla manifestazione del Pdl, vede in piazza anche i movimenti in difesa dell’acqua pubblica per protestare contro il "Decreto Ronchi" che apre alle privatizzazioni

IN PIAZZA PER L'ACQUA LIBERA: LE FOTO

A Roma a scendere in piazza non solo il centro-destra, ma anche il popolo dell'acqua per una manifestazione nazionale a favore dell'acqua pubblica indetta alcuni mesi fa dal Forum italiano dei movimenti dell'acqua. Si protesterà contro il decreto Ronchi che apre in via definitiva ai privati le società di gestione del servizio idrico diminuendo al contempo la quota di partecipazione pubblica che passerà dall'attuale 51% al 30% entro il 2015.

“Un provvedimento che Alemanno vuole anticipare addirittura al 2010. Roma sarebbe l'unica città a svendere anticipatamente le quote del proprio comune”, ha sottolineato Corrado Oddi, del Forum dei movimenti per l'acqua.

Già ieri si sono avute delle anticipazioni: in piazza di Spagna ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti è stata inscenata, con tanto di banchetto e travestimenti, un'asta per la fontana della Barcaccia raggiungendo il prezzo simbolico di 130 euro. Blitz anche in altre zone della Capitale, dove alcune fontanelle in strada sono state coperte con uno scatolone dalla scritta "Insert coin: un euro".

Tre persone sono poi salite sul tetto della sede romana dell'azienda multiservizi Acea esponendo uno striscione dalla scritta "L'acqua e l'energia sono un bene comune". Insieme ai movimenti, cittadini, partiti della sinistra ci saranno anche le associazioni ambientaliste "storiche".

GUARDA ANCHE:

Privatizzazioni acqua: sì definitivo della Camera
La guerra dell'acqua

Leggi tutto