Elisa Claps, gli investigatori: l'assassino non agì da solo

1' di lettura

Agenti della Polizia scientifica hanno ripreso gli accertamenti nel sottotetto della canonica della chiesa della Santissima Trinità, a Potenza, dove sono stati trovati i resti del cadavere della ragazza scomparsa nel 1993. Tempi lunghi per gli esami

Nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza l'assassino di Elisa Claps potrebbe non aver agito da solo. E' questa una delle ipotesi più accreditate al vaglio degli investigatori. Secondo quanto si è appreso a Potenza, la posizione in cui è stato trovato potrebbe far pensare al fatto che il cadavere sia stato messo nella parte finale del sottotetto da almeno due persone.

I resti del corpo della a ragazza potentina scomparsa il 12 settembre 1993 sono stati ritrovati mercoledì scorso.


Guarda anche:

Il sospettato Danilo Restivo: “Sono tranquillo”
Elisa Claps, la madre riconosce tre oggetti
La madre riconosce tre oggetti

Leggi tutto