Inchiesta Trani, Berlusconi e la telefonata a Gallitelli

Silvio Berlusconi e il comandante dell'Arma Luciano Gallitelli
1' di lettura

Secondo alcuni quotidiani nel novembre scorso il premier avrebbe chiamato il comandante generale dell'Arma per chiedere un esposto contro il giornalista Santoro e la trasmissione Annozero. La Russa: siamo al ridicolo

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani a proposito delle intercettazioni nell'ambito dell'inchiesta Rai-Agcom, nel novembre scorso il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi avrebbe telefonato al comandante generale dell'Arma Leonardo Gallitelli per chiedere un esposto.

Il Cavaliere chiamò i carabinieri «Santoro vi offende, fate un esposto»
titola oggi il Corriere della Sera. "Il presidente del Consiglio - riporta il quotidiano di via Solferino - vorrebbe che il generale firmasse un esposto contro Santoro per le parole anticarabinieri pronunciate durante Annozero".

E a proposito della questione intercettazioni, che divide da mesi i palazzi della politica, scrive: "Di quella telefonata non c’è traccia da nessuna parte. Non è agli atti semplicemente perché né Berlusconi (indagato per concussione e minaccia) né il generale sono intercettati. Per il generale non ce ne sarebbe motivo, per il capo del governo, sebbene sott’inchiesta, non è possibile procedere alle intercettazioni se non c’è un’autorizzazione formale della Camera (mai chiesta)".

Immediata la replica del ministro della Difesa Ignazio La Russa: "Siamo al ridicolo vero e proprio".
"Ho letto sui giornali - aggiunge, parlando con i cronisti a margine di una visita alla scuola militare "Nunziatella" - qui posso solo interpretare. Se c'è stata una telefonata si è solo segnalato un evento. Il generale dei carabinieri nella sua assoluta autonomia libertà valuta. Ho letto sul giornale stesso che infatti non c'è stato nessun seguito. La cosa assurda è che si sta indagando sulla volontà del presidente del Consiglio di impedire una trasmissione televisiva che è andata in onda per mesi regolarmente dopo queste presunte o effettive intercettazioni". "Siamo al ridicolo vero e proprio - conclude - se il presidente fa pressioni e non ottiene, che razza di pressioni sono?".

Guarda anche:
Trani, Csm apre una pratica su ispezione Alfano
Alfano: a Trani talpe da punire
Berlusconi: a Trani un'inchiesta grottesca
Santoro ascoltato dai magistrati: programmi Rai sospesi illegalmente
Trani, Berlusconi indagato per concussione e minacce

Leggi tutto