Mafia, arrestati 19 fedelissimi del boss Messina Denaro

L'identikit diffuso dalla Polizia nel 2007 del superboss Matteo Messina Denaro
1' di lettura

Si stringe il cerchio intorno al capo di Cosa Nostra. Una vasta operazione antimafia ha portato all’arresto di molti uomini ritenuti tra i principali favoreggiatori della sua latitanza. In manette anche il fratello. Maroni: "Presto cattureremo pure lui"

Si stringe il cerchio attorno al boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro, numero uno di Cosa nostra. E' in corso dalle prime luci dell'alba una vasta operazione antimafia condotta dagli uomini dalla Squadra mobile di Trapani e allo Sco di Roma che stanno eseguendo 19 provvedimenti di fermo di indiziati di delitto firmati dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Secondo gli investigatori è stata smantellata una parte della rete di protezione del boss Messina Denaro. I fermati, ritenuti tra i principali favoreggiatori della latitanza del capomafia, latitante dal 1993, tra cui il fratello del boss Salvatore Messina Denaro, sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, trasferimento  fraudolento di società e valori, estorsione, danneggiamento e favoreggiamento personale, aggravati dalle finalità mafiose.

Eseguite all'alba anche oltre 40 perquisizioni nelle province di Trapani, Palermo, Caltanissetta, Torino, Como, Milano, Imperia, Lucca e Siena, nei confronti di persone ritenute vicine all'ambito mafioso che fa riferimento a Matteo Messina Denaro. Più di duecento i poliziotti impegnati nell'operazione.

Guarda il video girato dalla Polizia di Stato:

Leggi tutto