Legittimo impedimento, stop ai processi a Berlusconi

1' di lettura

Sono due sono i procedimenti in cui è imputato il premier nei quali potrebbe applicarsi il provvedimento appena diventato legge: quello sui presunti fondi neri Mediaset e lo stralcio del processo Mills

Sono due i processi a Milano sui quali avrebbe conseguenze il provvedimento su legittimo impedimento che ha ricevuto il via libera definitivo dal Senato. Il primo è quello sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi da parte di Mediaset, in cui hanno cominciato a deporre i testimoni della difesa di Frank Agrama, ritenuto stando al capo d'imputazione, "socio occulto" del premier nella presunta frode fiscale oggetto del processo. Il dibattimento è stato rinviato al 12 aprile ma gli avvocati del premier hanno già prefigurato un legittimo impedimento per quel giorno in quanto il presidente del Consiglio dovrebbe essere impegnato in un viaggio istituzionale negli Stati uniti.

Il secondo, invece, riguarda la presunta corruzione in atti giudiziari in concorso con l'avvocato inglese David Mills, condannato a quattro anni e sei mesi in primo e secondo grado, ma per il quale la Cassazione ha dichiarato recentemente la prescrizione del reato. In questo dibattimento si sta ancora discutendo sulle fonti di prova da ammettere. Dovrebbe ricominciare il 26 marzo e, per il premier, era stato sospeso a lungo (e con il processo anche la prescrizione) a causa del Lodo Alfano, poi dichiarato parzialmente incostituzionale.

In un terzo procedimento, quello cosiddetto Mediatrade, il premier ha ricevuto l'avviso di chiusura delle indagini, che prelude la richiesta di rinvio a giudizio, con le accuse di appropriazione indebita e frode fiscale. Berlusconi, attualmente, è solo indagato e il provvedimento all'esame del Senato fa riferimento alla qualifica di "imputato” che il premier assumerebbe, per, dopo l'eventuale richiesta di rinvio a giudizio.

Guarda anche:
Il legittimo impedimento è legge
In Aula la protesta silenziosa dell'Idv
Processo Mediaset, i giudici di Milano: no a legittimo impedimento
La legge è uguale per tutti: il popolo viola in piazza
Processo Mills, i giudici: nessuna sospensione
Mills, il reato c'è ma è prescritto

Leggi tutto