Tra pasticci, timbri, Titanic e tsunami. La rassegna stampa

1' di lettura

In primo piano sui quotidiani italiani le bocciature dei ricorsi di Roma e Milano. Il Pdl va in piazza e ricorre al Tar. Tra le notizie anche il sì del Senato al ddl lavoro, l'inchiesta appalti e il Vaticano che "caccia" Balducci e il corista nigeriano

Caos; liste; pasticcio.
Queste le parole che rimbalzano oggi da un pagina all'altra dei quotidiani nazionali.
Dopo le decisioni della Corte d'Appello di Milano e Roma di respingere i ricorsi per le elezioni Regionali, il caso delle liste del Pdl è il protagonista dei titoli di oggi.
"No alle liste, il Pdl protesta in piazza" è l'apertura di Corriere. "Fuori Formigoni e il Pdl nel lazio" è quanto dice Repubblica. Scegli invece le parole di Napolitano il quotidiano La Stampa: ""Liste, che pasticcio".

"Se punite gli elettori si va in piazza" titola il Giornale. "Hanno perso la regione" titola il Manifesto che apre con una foto di renata Polverini.
"Timbro e martello" scrive il Tempo che secegli una foto di Emma Bonino. "Tsunami elettorale" per il Secolo che accompagna l'articolo da una foto di Formigoni che si copre il volto con la mano. Su 'Unità una foto di Formigoni e Moratti intenti in un valzer. Su di loro a caratteri l'apertura: "Titanic".

Tra le notizie in primo piano, anche la legge sull'arbitrato approvata ieri dal Senato, accusata dalle opposizioni di scardinare l'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.
Il quotidiano Repubblica, nelle pagine interne, pubblica un'intervista al leader della Cgil Guglielmo Epifani: "Lavoratori più deboli e ricattabili, ricorreremo alla Corte Costituzionale".

In primo piano anche l'inchiesta Grandi Opere, gli interrogati al carcere di Regina Coeli e il caso Bladucci.

Leggi tutto