Frana nel messinese, evacuate 120 persone

1' di lettura

Un movimento franoso, che procede a 7 chilometri l'ora, sta interessando le contrade Lineri e Ricchio, in provincia di Messina. Intanto, a San Fratello riaprono le scuole

Frana ancora la provincia di Messina. Dopo la maxi-evacuazione di 1.500 persone a San Fratello a metà febbraio, adesso, secondo quanto riferiscono fonti della Protezione civile locale, un movimento franoso procede a circa 7-10 chilometri l'ora, interessando le contrade Lineri e Ricchio a Caronia.

Dalla notte sono state sgomberate 120-150 persone in un'area collinare vasta circa cinquanta ettari. Evacuate anche le case più a monte, dove sono evidenti diverse crepe. Sul posto le forze dell'ordine e gli uomini della protezione civile. La situazione viene definita molto seria. Già in passato nella zona si era staccato un pezzo di costone che aveva travolto dei manufatti sottostanti.

A distanza di due settimane dalla frana che ha colpito San Fratello, il piccolo comune montano del messinese, costringendo quasi duemila famiglie ad abbandonare le proprie abitazioni, riaprono oggi le scuole. Per i cittadini di San Fratello è un "segnale importante per ricominciare a vivere dopo la tragedia che ci ha colpiti".

Guarda anche:

Alluvione a Messina, LO SPECIALE
Frana a Maierato, il video choc
Messina, tre mesi dopo il reportage di Francesco Cito
Frane in Calabria: la protesta degli sfollati
Codacons: ecco la lista dei comuni a rischio frana

Leggi tutto