Riciclaggio, scoperto giro da 2 miliardi di euro: 56 arresti

1' di lettura

Una maxi operazione legata al riutilizzo di denaro sporco è stata scoperta dai carabinieri del Ros e dalle Fiamme Gialle. I militari sono entrati in azione a Roma e in altre località italiane ed estere

Una colossale operazione di riciclaggio di denaro sporco per un ammontare complessivo di circa due miliardi di euro è stata scoperta dai carabinieri del Ros e dalle Fiamme Gialle: 56 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Roma su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia. Militari in azione a Roma e in altre località italiane ed estere; le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e al reimpiego di ingentissimi capitali illecitamente acquisiti attraverso un complesso sistema di frodi fiscali. Alcuni indagati sono raggiunti da un provvedimento restrittivo in Usa, Gran Bretagna e Lussemburgo.

La struttura transnazionale individuata dal Ros e dal Nucleo speciale di polizia Valutaria riciclava centinaia di milioni di euro tramite una rete di società appositamente costituite in Italia e all'estero. I capitali illeciti provenivano da una serie di operazioni commerciali fittizie di  compra-vendita di servizi di interconnessione telefonica internazionale, per un valore complessivo di oltre 2 miliardi di euro. Per realizzare la colossale operazione di riciclaggio, il sodalizio si è avvalso di società di comodo di diritto italiano, inglese, panamense, finlandese, lussemburghese ed off-shore, controllate dall'organizzazione indagata. 

Leggi tutto