Smog, Moratti: "A Milano sono state prese misure coraggiose"

1' di lettura

Il sindaco del capoluogo lombardo commenta la scelta di bloccare il traffico domenica 28 febbraio. Il presidente della Regione Roberto Formigoni: "L'aria che respiriamo oggi è migliore di quella che respiravamo tre anni fa"

"In attesa dell'incontro di domani con tutti i sindaci delle città del Nord per il momento abbiamo deciso che Milano e Torino effettueranno il blocco del traffico domenica 28". Ad annunciare lo stop alla circolazione per il capoluogo lombardo e quello piemontese tra due domeniche è il sindaco di Milano Letizia Moratti. Dopo essersi incontrata ieri con il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, la stessa Moratti nell'incontro di domani avanzerà la proposta di blocco totale a tutti i comuni del Nord interessati dall'inquinamento e questo, ha sottolineato, "è importante perché è la prima volta che città di regioni diverse di questa grande area si mettono insieme per affrontare in maniera unitaria un problema che non è legato solo ad una città ma ad un'area di vaste proporzioni".

Il sindaco di Milano, rispondendo a chi le chiedeva se si attendesse o meno un intervento della Regione ha poi sottolineato come "ognuno debba prendersi le proprie responsabilità e la responsabilità del blocco è della città. Abbiamo parlato con Formigoni e Podestà di questa iniziativa e dell'idea di dar vita ad un coordinamento portando poi alla Regione e anche allo stesso governo quello che sarà il risultato della riunione di domani".

Il parere del presidente della Regione Lombardia Formigoni:



Guarda anche:
Milano, lo smog ancora alle stelle
Cosa respirano davvero i milanesi? l'inchiesta di Vanguard
Domenica senz'auto a Milano: le foto
Genitori e figli in piazza contro lo smog. Le foto

Leggi tutto