Caso Protezione civile, le intercettazioni in prima pagina

1' di lettura

Lo scandalo che vede coinvolta la Protezione civile e le intercettazioni telefoniche degli indagati, continuano a occupare le prime pagine dei maggiori quotidiani italiani

“Repubblica” si concentra su Denis Verdini,  pubblicando un’informativa dei carabinieri dei Ros, datata 15 ottobre, che vedrebbe il coordinatore del Pdl al centro di un doppio gioco: Consegnare un appalto di 210milioni di euro per la costruzione della scuola dei Marescialli dell’Arma alla Btp di Riccardo Fusi. La seconda quella di garantire a quella che è stata ribattezzata “La cricca della Ferratella” (i funzionari della Protezione civile coinvolti nello scandalo) la conquista definitiva della gestione degli appalti per le grandi opere. Nell’informativa dell’Arma, pubblicata anche nella versione On-Line del quotidiano, si legge che  Dennis Verdini sarebbe “garante e regista” di tutta l’operazione.

Il “Corriere della Sera” pubblica le intercettazioni di Antonio Di Nardo, dipendente del ministero delle Infrastrutture, “legato - si legge nell’informativa dell’Arma – Alla criminalità organizzata campana”. Di Nardo, da quanto riportato dal Corriere , è un assiduo utilizzatore del telefono. E fra le varie intercettazioni telefoniche con personaggi noti e meno noti, ne spubnta una con il giudice della Corte Costituzionale, Giuseppe Tesauro.    

Uno dei quotidiani che da maggiore spazio alla vicenda è “l’Unità” che dediva alla vicenda Bertolaso ben 13 pagine. Il giornale fondato da Gramsci si concentra sulle foto. In prima pagina campeggia una grande foto di Guido Bertolaso in compagnia dell’imprenditore Diego Anemone. Mentre all’interno ci sono foto che ritraggono Angelo Balducci, Diego Anemone e Mauro della Givanpaola riuniti intorno a un tavolo un ristorante romano. Il quotidiano si concentra anche sul filone sessuale della vicenda pubblicando anche parte degli Sms scambiati dai protagonisti.

Su “Libero” si può trovare una delle poche difese al capo della Protezione civile. Incrociando le intercettazioni il quotidiano diretto da Belpietro spiega che mentre Bertolaso si sarebbe dovuto trovare in compagnia di una escort al centro massaggi di via Salaria a Roma, avrebbe in realtà ricevuto una chiamata dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che gli chiedeva aiuto per l’esondazione del Tevere e per un barcone che si era incastrato sotto uno dei ponti della Capitale.

Anche “Il Giornale” pubblica le intercettazioni telefoniche intercorse tra due massaggiatrici di origine brasiliana. Che secondo l’accusa comproverebbero che guido bertolaso ha avuto incontri con alcune prostitute, ma che seondo il quotidiano milanese, al contrario comprovano il fatto che il capo della Protezione civile si recava al Salaria Sport Village veramente per dei massaggi terapeutici.     

Leggi tutto