Abusivismo, a Ischia i proprietari auto-abbattono una villa

1' di lettura

La famiglia Lacerra ha deciso, su consiglio del loro legale, di abbattere da soli la loro villa abusiva. Sotto l’occhio vigile delle forze dell’ordine i proprietari hanno abbattuto il solaio e mura perimetrali

E' terminata la  demolizione dell'immobile abusivo della famiglia Lacerra a Forio d'Ischia (Napoli). Il solaio è stato raso completamente al suolo e così anche le mura perimetrali. La famiglia, su consiglio del suo legale di fiducia, l'avvocato Maria Grazia Di Scala ha deciso di autodemolire l'immobile, costruito nei termini del terzo condono (che sull'isola d'Ischia non ha efficacia per la presenza dei vincoli ambientali e paesistici, ndr) e gravato da una sentenza penale passata in giudicato, con pena accessoria alla demolizione.

"La famiglia Lacerra con molta dignità ha deciso di ottemperare agli obblighi di legge - afferma l'avvocato Di Scala  - ed ha evitato inutili piazzate che non fanno altro che esacerbare gli animi e provocare scontri con le forze dell'ordine. Francesco Lacerra e la sua compagna, peraltro incinta, hanno ricevuto in offerta dal vice sindaco del Comune di Forio di lasciare la sala della giunta comunale, dove alloggiano col loro letto matrimoniale da ieri sera, e di  trasferirsi in albergo a spese del Comune, ma hanno rifiutato l'offerta chiedendo che il Comune fornisca loro una dignitosa abitazione, come quella che sono stati costretti a demolire".  

 
GUARDA ANCHE:

Napoli, riprendono gli abbattimenti dei palazzi abusivi
Ischia, 46 denunce per decine dia busi edilizi
Ischia, abattuta la casa abusiva. Torna la tregua
GUARDA LA FOTOGALLERY Ischia, scene di guerriglias urbana per difendere le case abusive
Abusivismo, corteocontro le demolizioni a Ischia

Leggi tutto
Prossimo articolo