Abruzzo, test sismico sulle abitazioni del progetto C.A.S.E.

1' di lettura

Un edificio realizzato dalla Protezione Civile nella frazione di Sassa,a L'Aquila, sarà sottoposto ad un test sismico che simulerà una scossa di terremoto maggiore di quella di magnitudo 5.8 che il 6 aprile ha devastato il capoluogo abruzzese

Terremoto in Abruzzo. VAI ALLO SPECIALE
L'Aquila prima e dopo il sisma: guarda tutte le foto

Vengono riprodotti oggi, nell'area "Sassa NSI", su uno dei 185 fabbricati antisimici del Progetto C.A.S.E. realizzati dal Dipartimento della Protezione Civile dopo il terremoto dello scorso 6 aprile a L'Aquila, un terremoto di intensita' superiore a quella registrata in Abruzzo, applicando alla struttura gli spostamenti massimi che un tale evento produrrebbe sugli edifici realizzati con l'isolamento sismico. Attualmente negli edifici antisismici del Progetto C.A.S.E. hanno trovato alloggio circa 13.500 persone che avevano perso la propria abitazione a causa del terremoto. Lo scopo della simulazione - spiega la Protezione civile in una nota - e' quello di verificare il comportamento degli isolatori sismici e della struttura dell'edificio in caso di scossa sismica particolarmente intensa.


Ascolta le reazioni degli abitanti al test sismico



Leggi tutto