La Digos arresta 4 ultras. Calciopoli, parla autore indagini

1' di lettura

Scattano le manette ai polsi di alcuni tifosi del Napoli accusati di violenza in occasione di tre episodi avvenuti nel 2008 e nel 2009. Intanto nell'udienza per Calciopoli importante deposizione dell'ufficiale dei carabinieri Attilio Auricchio

Sono tre gli episodi contestati ai quattro tifosi del Napoli arrestati (due hanno ottenuto i domiciliari) questa mattina dalla Digos. Il lancio di bottiglie molotov durante Napoli-Milan, giocata il 23 marzo 2008; la protesta attuata dai "Feddayn", uno dei gruppi del tifo organizzato delle curve durante Napoli-Chievo, ultima gara del campionato scorso, giocata il 31 maggio 2009, quando guando gli ultrà costrinsero alcune centinaia di tifosi ad abbandonare lo stadio circa 20' prima del termine della partita; ed alcuni episodi di resistenza a pubblica ufficiale durante Napoli-Siena, del 27 settembre 2009, gara dell' attuale campionato.

Nel corso di una conferenza stampa la Digos ha mostrato uno dei filmati utilizzati per l'identificazione dei quattro arrestati. Le indagini sono state condotte dal pool di pm istituito dalla Procura per perseguire i reati legati al tifo calcistico e composto dai pm Antonello Ardituro, Vincenzo Barone e Danilo de Simone, e guidato dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo.

Leggi tutto