Stupro di Roma, la Procura interrogherà gli autisti di bus

1' di lettura

Gli inquirenti stanno cercando riscontri al racconto della donna che ha denunciato di essere stata violentata da un conducente di un autobus della Capitale la notte del 31 gennaio. Saranno ascoltati tutti gli autisti delle linee che passano al Prenestino

Oltre a quelli tecnici, la Procura di Roma, in merito alla violenza sessuale denunciata da una donna a Roma, ha disposto gli interrogatori dei conducenti degli autobus, sia Atac sia di altre società, delle linee che passano al Prenestino, dove sarebbe avvenuto lo stupro a bordo di un automezzo. L'inchiesta per il reato di violenza sessuale è stata affidata al Pm Eleonora Fini. In Questura, intanto, prosegue l'attività di indagine da parte degli uomini della Squadra mobile, diretti da Vittorio Rizzi. "Sono in corso riscontri di routine" affermano gli investigatori, che stanno verificando anche la denuncia presentata dalla donna italiana, una senza fissa dimora di origini etiopi, cercando ulteriori riscontri a quanto avvenuto la notte del 31 gennaio scorso, in una piazzola di sosta non lontana da Via Prenestina.

Leggi anche:
Roma, donna denuncia: violentata dall'autista del bus
Ogni giorno a Milano una donna viene stuprata
Stupri: "Il pericolo maggiore non è la strada"
Violenza sessuale: a chi chiedere aiuto
Paola: "Lo stupro ti uccide, la denuncia è l'unico riscatto" 
Violentano una 12enne. I giudici: devono pagare i genitori

Leggi tutto