Alcoa, tensione a Portovesme: operai allontanano dirigenti

Un gruppo di operai dell'Alcoa
1' di lettura

Appena rientrati in Sardegna dalla trasferta a Roma circa 500 lavoratori si sono recati nella sede dell’azienda per cacciare i tre superiori presenti in fabbrica. Tafferugli e scontri. GUARDA LE IMMAGINI

Momenti di tensione nello stabilimento Alcoa di Portovesme, nel Sulcis Iglesiente: appena rientrati dalla trasferta a Roma, i circa 500 lavoratori hanno allontanato i tre dirigenti aziendali presenti nella fabbrica ed è scoppiato un piccolo tafferuglio. Secondo quanto si è appreso, nella tensione generale alcuni operai sarebbero rimasti contusi agli arti inferiori e superiori ed un auto è stata danneggiata.

Dopo l'intervento di una volante del Commissariato della Polizia di Stato di Carbonia nello stabilimento la situazione è tornata sotto controllo, anche se la tensione resta alta in vista dell'incontro di lunedì prossimo a Roma. A scatenare il tafferuglio sarebbe stata la disperazione sta prendendo il sopravvento. Intanto ci si prepara per lo sciopero generale della Sardegna, proclamato da Cgil, Cisl e Uil. Domani per il corteo a Cagliari i lavoratori Alcoa arriveranno con tre autobus che partiranno la mattina presto dallo stabilimento di Portovesme.

Guarda anche:
Alcoa, gli operai in attesa della decisione Ue
Le immagini della protesta dell'Alcoa
Alcoa, vertice a Palazzo Chigi: "C'è un'evoluzione positiva"
Benedetto XVI: "Bisogna tutelare l'occupazione"

Leggi tutto