Vito Scafidi, presentate richieste costituzione parte civile

Fortunato Scafidi e Cinzia Caggiano, genitori di Vito Scafidi, davanti allo striscione con la foto del ragazzo morto
1' di lettura

Udienza preliminare a Torino per la morte del giovane, rimasto vittima del crollo di una controsoffittatura al Liceo Darwin di Rivoli. Tra i sette indagati anche quattro funzionari della Provincia

Si è aperta questa mattina a Torino l'udienza preliminare per la morte di Vito Scafidi, lo studente deceduto lo scorso anno nel crollo di una controsoffittatura al Liceo Darwin di Rivoli (Torino). Nell'udienza odierna, che è stata rinviata al 16 febbraio e successivamente al 3 marzo, sono state presentate le richieste di costituzione di parte civile, fra le quali quelle della famiglia Scafidi e quella della famiglia del compagno di Vito che era rimasto gravemente ferito nel crollo, Andrea Macriì che questa mattina era presente in tribunale così come i familiari dello studente deceduto. Gli indagati sono sette e tra essi figurano quattro funzionari della Provincia.

Davanti al Palazzo di Giustizia, in occasione dell'avvio dell'udienza preliminare, è stato organizzato un presidio con alcuni striscioni su uno dei quali campeggiava la foto di Vito Scafidi.

Guarda anche:
L'addio a Vito Scafidi: LE FOTO
In rete il dolore e la rabbia per la morte di Vito
Crollo liceo, in piazza per Vito
Morte di Vito, gli studenti del liceo Darwin scrivono alla Gelmini

Leggi tutto