Vallettopoli, Signorini: falsità su di me

1' di lettura

Il direttore di Chi replica alle indiscrezioni del Corriere della Sera in cui il suo nome viene citato a proposito dell'inchiesta sui foto-ricatti. "Mi riservo un'azione legale"

Guarda l'album su Vallettopoli


Alle indiscrezioni di stampa in cui il suo nome viene citato a proposito dell'inchiesta sui foto-ricatti Alfonso Signorini, direttore di "Chi", risponde professando la propria "Assoluta estraneità" e "totale trasparenza e correttezza" professionale. E rivolgendosi al Corriere della Sera e a "qualunque testata possa riprendere simili affermazioni", spiega di riservarsi "l'avvio di un'azione giudiziaria a mia tutela".

Guarda anche:
Foto ricatti: Lapo Elkann vittima di scatti da 300mila euro
Foto e ricatti, estorsione da 300 mila euro
Tutto su "Vallettopoli"

Leggi tutto