Abruzzo, fuori dal "cratere" la vita dei dimenticati

1' di lettura

Nei comuni meno danneggiati dal terremoto disagi e lentezze burocratiche. C'è chi vive negli spogliatoi di un campo di calcio o chi resta ancora in albergo

Terremoto in Abruzzo. VAI ALLO SPECIALE
L'Aquila prima e dopo il sisma: guarda tutte le foto

Vivere in uno spogliatoio di un campo di calcio. Appendere i vestiti da asciugare ai pali delle porte. Sono le scene di vite quotidiane dall'Abruzzo. Scene che arrivano dai comuni fuori dal cosiddetto "cratere", ovvero meno danneggiati dal sisma. Chi ha avuto la sfortuna di perdere la propria casa lamenta ora un trattamento di serie B.

Guarda anche:

Vai allo Speciale Terremoto in Abruzzo
Abruzzo ieri e oggi: l'album fotografico
Bertolaso: L'Aquila è il più grande cantiere d'Italia
Terremoto in Abruzzo: "Dove passeremo l'inverno?"
Abruzzo, in 5 mesi dalle tendopoli alle prime case di legno

Leggi tutto