Tav, Beppe Grillo: è un crimine contro l'umanità futura

1' di lettura

Il comico genovese ha incontrato i manifestanti che alla baracca-presidio di Susa protestano da giorni per l'avvio della Torino-Lione: noi abbiamo il dna che non si piega

No Tav in azione: bloccata l'autostrada A32. LE FOTO
Val di Susa, notte di passione: LE FOTO

"Vogliono indebitare il popolo italiano di 30 miliardi di euro per un'opera che non vedranno neppure: è un crimine contro l'umanità che deve ancora nascere". Lo ha detto Beppe Grillo, parlando alla baracca-presidio No Tav di Susa, di fronte ad alcune centinaia di manifestanti. Con la consueta ironia, il comico genovese ha voluto così portare la sua solidarietà ai No Tav, che da giorni protestano per l'avvio dei sondaggi propedeutici alla realizzazione della futura linea ferroviaria Torino-Lione.
"I dati che presuppongono i lavori sono fasulli - ha affermato Grillo - questi non hanno idea di cosa sono i flussi e le merci che girano. E' tutto finto, è una allucinazione: il 50% dei camion che girano in Europa sono vuoti, e questi invece vogliono ampliare le infrastrutture sulla base di un flusso merci fasullo. E' una economia schizofrenica".

Quanto alla promessa di spostamenti più veloci grazie alla nuova infrastruttura, Grillo ha aggiunto: "Il problema non è la velocità, la mobilità futura è stare fermi e far girare le idee. Cristoforo Colombo non ha riempito le sue caravelle di pomodori, ma dei loro semi. La velocità - ha concluso - è contro la storia dell'umanità e del mondo".

Vogliono prenderci per stanchezza, e sono sempre più forti, ma noi abbiamo il dna che non si piega - ha continuato Grillo -Stanno riducendo l'Italia in 'good and bad Italy' - ha aggiunto il comico genovese riferendosi alla classe politica italiana - noi siamo la 'bad italy', ma più ci trattano così più diventeremo cattivi".
"La nostra strategia - ha continuato Grillo - è quella di comunicare i dati reali. Ci dicono che siamo contro tutto, ma io devo prendere delle sostanze allucinogene per sentire i discorsi tra Bresso e Chiamparino: loro dicono che con noi, 100 anni fa, non sarebbe stato costruito il tunnel del Frejus, ma 100 anni fa non c'erano i politici corrotti".

"Dobbiamo fare comunicazione - ha ribadito Grillo - quella non filtrata, non registrata ma reale e la rete è con noi. Prendere videocamere e macchine fotografiche - è l'appello che il comico ha rivolto ai No Tav - e quando non vi fanno parlare filmate". Poi un invito alla calma: "Dobbiamo essere gentilissimi - ha concluso con una battuta - perché questo è l'anno dell'amore. E questi vi vogliono fare un 'buco' così, ma con amore...".

Guarda anche:


Grillo: io sono come Obama
Il comico genovese a Sky tg24: l'acqua è un diritto non un business"
La presentazione del "Movimento a 5 stelle"
Grillo in Senato: "In parlamento 20 condannati in via definitiva"
Crac Parmalat: Grillo show a Tg24



Leggi tutto