Protesta No Tav, tensione in Val di Susa

Attimi di tensione per la protesta dei membri del comitato No Tav in Val di Susa
1' di lettura

Giornata tesa a Chiusa San Michele dove sono iniziati i sondaggi preliminari per la realizzazione dell'Alta velocità Torino-Lione. Un gruppo di manifestanti ha bloccato la circolazione di alcuni treni. Cariche della polizia, un uomo finisce in ospedale

Giornata tesa in Val di Susa dove, dopo le proteste della settimana scosa, il comitato No Tav è tornato a manifestare contro i lavori per la costruzione dell'Alta Velocità Torino-Lione. Un gruppo di manifestanti ha posizionato bandiere "No Tav" sulla ferrovia nei pressi della stazione di Sant'Antonino di Susa. In via precauzionale si è quindi deciso di interrompere la circolazione ferroviaria lungo la linea. Il blocco ha coinvolto anche unTgv proveniente dalla Francia che è stato fermato all'imbocco della stazione. La circolazione ora sarebbe stata ripristinata.

Un manifestante No Tav è stato portato all'ospedale di Susa in ambulanza dalla stazione di Condove Chiusa di San Michele. Sarebbe stato colpito con una manganellata ad un braccio dalle forze dell'ordine che proteggono il cantiere del sondaggio di Chiusa San Michele.

Guarda anche:
No Tav in azione: bloccata l'autostrada A32. LE FOTO
Val di Susa, notte di passione: LE FOTO

Leggi tutto