Taranto, senzatetto aggredita e violentata muore in ospedale

1' di lettura

La clochard, un'italiana di 42 anni, era stata stuprata, picchiata e rapinata domenica notte in un capannone nei pressi della stazione ferroviaria. Fermato un cittadino di nazionalità bulgara di 31 anni

Una clochard italiana di 42 anni è morta in ospedale, nella tarda serata di ieri, dopo essere stata violentata, picchiata e rapinata domenica notte in un capannone nei pressi della stazione ferroviaria di Taranto. Gli agenti della Questura hanno sottoposto a fermo un cittadino di nazionalità bulgara di 31 anni, che la stessa donna aveva indicato quale autore della brutale aggressione.

L'uomo le avrebbe sottratto cinque euro e poi l'avrebbe malmenata e violentata in un deposito dove i senzatetto solitamente trascorrono la notte. La clochard ha vagato per alcune ore prima di essere soccorsa e ricoverata in ospedale, dove è morta dopo alcune ore a causa delle lesioni subite. Il bulgaro, fermato inizialmente per lesioni personali gravi, rapina e violenza sessuale, dovrà ora rispondere anche di omicidio, da stabilire ancora se volontario o preterintenzionale.

Leggi tutto