Spartacus, Saviano: è solo l'inizio della battaglia

1' di lettura

La Cassazione conferma sedici ergastoli e otto condanne a pene inferiori. Lo scrittore: "La camorra non è imbattibile"

"Le condanne definitive al clan dei casalesi dimostrano che la camorra non è imbattibile. Spero che questo sia solo l'inizio e non la fine di una battaglia necessaria". Commenta così lo scrittore Roberto Saviano la decisione della Cassazione. "Sono reati per i quali la Corte ha confermato le condanne emesse dai giudici del merito risalgono al 1996, quindi si è fatta giustizia per il passato ma per il presente e per il futuro la strada è ancora lunga. Tuttavia, è anche su questa pronuncia definitiva che dovrà costruirsi l'azione di contrasto alle mafie".

Guarda anche:
Casalesi, la Cassazione conferma i 16 ergastoli e le 8 condanne a pene inferiori

Leggi tutto